martedì 23 settembre 2014

Il viaggio ha inizio

Benvenuto, caro lettore

Prima di tutto, ti ringrazio per aver aperto il mio blog e aver deciso di accompagnarmi in questa mia avventura.

Mi presento. Mi chiamo Emilia, ho 26 anni e l’unica cosa che so per certo di me è che non potrei mai stare senza i miei libri. Vengo dalla bella e tormentata Palermo e dopo un ventennio trascorso nella sicurezza del mio nido, ho letteralmente preso il volo per Amsterdam. Al giorno d’oggi questa non è poi un’informazione così rilevante. La nostra è una generazione di viaggiatori e non conosco nessuno, almeno dei miei coetanei, che a un certo punto della sua vita non abbia anche solo pensato di uscire dal nido, per andare più o meno lontano…Il fatto è che io non ci avevo mai pensato. 

Il mio mondo è cambiato da un giorno all'altro, quasi senza che me ne accorgessi. Dal caldo siciliano sono passata al freddo olandese. Dal blu del mare al verde dei campi sterminati. Dagli accenti arabeschi del mio dialetto ai gutturali suoni del neerlandese. 

Perché ti racconto tutto questo? Perché se non avessi affrontato questo viaggio, probabilmente non avrei mai cominciato a scrivere, e tu adesso staresti a girarti i pollici davanti a Facebook senza sapere che blog aprire!

Scherzi a parte, il ricordo del momento in cui ho scritto le prime righe su un foglio è dolce e amaro allo stesso tempo. La storia che leggerai su questo blog è iniziata in una mattina grigia, silenziosa, e senza che lo programmassi. Iniziai a scrivere solo per non perdere me stessa, per dare un senso alle mie giornate e per conservare quanto avevo imparato in anni di letture e studi famelici. Adesso, ogni volta che prendo in mano la penna, ritrovo la stessa, adrenalinica sensazione di sollievo che ebbi il primo giorno.

Spero di riuscire a trasmettere questa sensazione anche a te, caro lettore. Il racconto che stai per leggere - e da cui il blog prende titolo - è ambientato nella Grecia della mitologia e in terre lontane che già tremila anni fa stuzzicavano le fantasie dei nostri antenati. 
Se vorrai, ogni due settimane, la domenica pomeriggio, potrai riaprire questo blog e tornare insieme a me nel mondo che mi ha salvato. 

Buona lettura!  


2 commenti:

  1. Non vediamo l'ora che arrivi Domenica! ;)

    RispondiElimina
  2. Già l'introduzione è seria. Iniziamo a leggere

    RispondiElimina